Home > bici > Soldi e priorità delle piste ciclabili romane

Soldi e priorità delle piste ciclabili romane

La notizia e del 1 Agosto: Sempre più romani scelgono la bicicletta per spostarsi e per lo sviluppo della rete ciclabile e la creazione di percorsi protetti in ogni municipio il Comune di Roma ha deciso di investire 10,3 milioni di euro.
Si capisce che dei 10 ne sono disponibili 3, infatti:

“Negli ultimi anni è aumentata moltissimo la preferenza per la bicicletta”, sostiene Dario Esposito, “per questo abbiamo deciso di puntare sulla promozione della mobilità sostenibile, con un investimento economico molto importante. Stiamo completando la terza dorsale ciclabile della città che passa su via Cristoforo Colombo collegando la pista che corre lungo il Tevere con le Mura aureliane e di qui con l’Appia Antica fino al Gra, abbiamo realizzato la pista di via Nocera Umbra e a settembre partiranno i lavori per il completamento della pista su via Palmiro Togliatti all’interno del corridoio della mobilità, mentre in autunno i municipi appronteranno una rete di percorsi protetti dove si potrà circolare in bicicletta in tutta sicurezza. Per queste opere abbiamo già messo a disposizione 7 milioni di euro cui si aggiungano [cioè “rimangono”] altri 3,3 milioni di euro per la realizzazione dei progetti di altre nuove piste ciclabili.”

Dopo alcuni commenti seguiti su Roma Pedala mi sembra giusto proporre qualcosa di concreto – in 5 punti – per i quali ringrazio CaioFabricius.

1) Allisciamento del fondo della CICLOVIA TEVERE CENTRALE, ma non con costosissimo e di breve durata ricompattamento del pur bello sampietrino, ma creando in mezzo o verso l’argine tra i 12 metri di sampietrino, che rimarrebbero, una PICCOLA STRISCIA ASFALTATA DI SOLI 1-1.20 in una cornice obliqua di sampietrino rispetto alla pavimentazione sempre in sampietrino circostante. Contento il sovrintendente, l’amministratore, il tecnico e il ciclista (nell’incrocio con altro ciclista si sposta per pochi metri su sampietrino e che sarà mai!). Crescita esponenziale della fruizione e volano per il resto della città come merita questa strategica e bellissima realizzazione.

2) La ciclabile delle MURA AURELIANE, utile strategica, tangenziale, economica e semipronta: Mura aureliane, Piramide, casa Jazz, p.ta S.Sebastiano, p.ta Latina, p.ta Metronia, via Sannio, S.Giovanni, v. Carlo Felice, P.ta Maggiore, S. Lorenzo, p.ta Tiburtina, Castro Pretorio, P.ta Pia, P.ta Pinciana, Villa Borghese.

(già su CRITICAL MAP, in miglioramento)

Le MURA son già quasi PRONTE CON PICCOLI RITOCCHI AI MARCIAPIEDI LARGHI E DESERTI o al Pomerio archeologico. Un sublime e strategico itinerario di raccordo dell’intera città, facile ed economico da realizzarsi nello splendido Pomerio verde esistente fra CICLOVIA TEVERE con futuro collegamento OSTIA, Porta S.Paolo Piramide Metro B e decine linee Bus, Casa del Jazz, Porta Ardeatina via Cristoforo Colombo allaccio nuova ciclabile Colombo-Regione-Laurentina da un lato e Terme Caracalla-Circo Massimo-Ponte Palatino e Sublicio dall’altro, P.ta S.Sebastiano Caffarella Appia antica, raccordo con Roma SUD Castelli Laghi, P.ta Metronia, S.Giovanni (metro A), Carlo Felice, Porta Maggiore (Tram Prenestini) e TERMINI a due passi integrabile facilmente con i larghi e DESERTI marciapiedi esistenti.
Poi a Castro Pretorio, Policlinico e nella suggestiva San Lorenzo si possono allargare i marciapiedi (che nessuno “rompa” per due posti macchina in meno, ci vuole CORAGGIO contro le cattive abitudini!) sarebbe un nuovo motivo di riqualificazione del quartiere popolare-studentesco dove molti già vanno in bici quotidianamente.
Con itinerario esterno/interno marciapiede/strada protetta da studiare da P.ta Pia a P.ta Pinciana e siamo in Centro e Villa Borghese, con tanti raccordi possibili, sia con luoghi strategici che con ciclabile Belle Arti- Risorgimento-Viale Angelico-S.Pietro o Auditorium P.te Milvio Ciclovia Tevere nord, Auditorium Villa Glori Parioli Euclide, FERROVIE ROMA NORD, Moschea Olimpica, ANIENE VALSOLDA P.te NOMENTANO P.za Sempione, futuro collegamento Ponte Mammolo (Metro B), PALMIRO TOGLIATTI , Collatina Prenestina Casilina Cinecittà Acquedotti Caffarella …

3) RACCORDARE Il parco della CAFFARELLA a TOR FISCALE, al Parco degli ACQUEDOTTI, al Parco di CENTOCELLE, alla Palmiro TOGLIATTI
(già pubblicato su CRITICAL MAP e su ROMAPEDALA: CICLOVIA DELL’ORDINARIO E DELLO STRAORDINARIO).
Per un itinerario gigantesco e bellissimo, di uso quotidiano e turistico-internazionale che potrebbe collegare il MARE ai CASTELLI servendo le popolosissime e martoriate periferie SUD ed EST attraverso PARCHI SPETTACOLARI IN COMPLETA SICUREZZA.
Basterebbe mettere in sicurezza VIA DEMETRIADE (collegamento Caffarella-Torfiscale) e
L’attraversamento di via del QUADRARO (collegamento Tor Fiscale-Acquedotti)
Far sbucare il Parco di Centocelle molto in là sulla Togliatti.
CENTINAIA DI KM CICLABILI CON 3 INTERVENTI MIRATI!

4) Completare la DORSALE ANIENE da Ponte Mammolo- Fine Togliatti a
P.te NOMENTANO e quindi ciclabili esistenti Aniene-ValSolda-Salaria-Villa Ada-Moschea-Auditorium-P.te Risorgimento o Milvio -Ciclovia Tevere -V.le Angelico
o via Panama-Zoo-Belle Arti-Ponte Risorgimento.

5) Realizzare decine di MARCIAPIEDE SALVAVITA larghi e deserti , vicini a strade impossibili ai ciclisti poiché perennemente occupate da macchine veloci ed isteriche, di fatto già PROTOCICLABILI con sola vernice…

Vedi anche:

Video Come fare le piste ciclabili

Riflessioni per una mobilità sostenibile – La bicicletta a Roma

Proposte ciclabili a San Lorenzo – Una presentazione

Be Sociable, Share!
`LP 143 OmX^ibWӃhZ.^uMhwZSު笵TDy,)醜z-~v+,zޯa],nCy'ڷ9{>Ou޲ۡܿ٥
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...