Archivio

Archivio per dicembre 2008

Al proprio spirito

31 dicembre 2008 Nessun commento

After first shower..

Monte, per quanto la terra ti imprigioni tenendoti fisso sulle tue profonde radici, ugualmente sai protendere la tua vetta fino agli astri.

Mente, dal culmine delle cose un’altra mente a te affine ti chiama ad essere discrimine tra Giove e i Mani.

Non abbassarti a perdere qui la tua dignità, non macchiarti con le acque del nero Acheronte che ti imprigiona,

ma la tua natura ti spinga a cercare luoghi più alti: al tocco di Dio, infatti, diventerai fuoco ardente.

Giordano Bruno, De la Causa principio et uno.

[Dialoghi Filosofici Italiani, Meridiani, pag 1038]

Foto | Vikas Dutt

Aggiornamento

Grazie Presidente Napolitano per aver detto che “serve mettere in campo la migliore innovazione tecnologica in energia ed ambiente per contrastare la recessione”.

L’anno prossimo – dopo un intero anno di recessione – forse, parlerai di parsimonia, consumismo e del consumare meno, magari citando Berlinguer pensando a Georgescu Roegen.

AUGURI E PACE!

ROMA CAPITALE DELLA BICI?

26 dicembre 2008 Nessun commento

passaggioCaffaAcquedotti

Unendo il Parco della Caffarella a quello degli Acquedotti d’incanto Roma diventa capitale della bicicletta

In pochissimi casi, con poche RISORSE si riesce ad ottenere un RISULTATO COSI’ IMMENSO

– per la pendolarità quotidiana ciclabile per CENTINAIA di Km in sicurezza e non solo nel quadrante ROMA SUD-EST;
– per il fascino e richiamo di Turismo internazionale consapevole (intere nazioni usano la bici anche come vacanze familiari);
– per la valorizzazione e tutela di aree Archeologico-Naturalistiche di ineguagliabile bellezza e fragilità;
– per la concreta diminuzione del traffico auto locale e soprattutto di attraversamento;
– per la concreta diminuzione di smog e PM10.

Idea!!

L’AREA DELLE TOMBE LATINE TOR FISCALE-ARCO di TRAVERTINO E’ PER 5 IMMENSI ETTARI PROPRIETA’ DELLA PROVINCIA DI ROMA!!!!;

IN ZINGARETTI WE TRUST

I dettagli su RomaPedala

Categorie:bici Tag:

Notizie di Natale 2008

23 dicembre 2008 Nessun commento
Categorie:base Tag: ,

Dal New Deal di Roosvelt al nostro vecchio, disastrato Bel Paese

23 dicembre 2008 Nessun commento

Citazione dalla fine:

Il successo “ambientale” del New Deal fu dovuto al fatto che Roosevelt concentrò tutte le competenze nel campo delle risorse naturali –  acqua, foreste, difesa del suolo, opere idrauliche, urbanistica, parchi, miniere, rifiuti, ecc –  in due ministeri, quello dell’agricoltura e quello dell’interno, affidati a due persone, Henry Wallace e Harold Ickes, eccezionali per la devozione al loro mandato, onestà e competenze. Che siano queste tre le parole chiave per uscire dalla crisi del 2008?

L’articolo di Giorgio Nebbia, Corsi e ricorsi della storia, da Rinnovabili.it

Categorie:bioeconomia Tag:

OssimoriAlemanniani

23 dicembre 2008 Nessun commento

OA

Certo se lo slogan è “Roma Riparte” (bruum! bruum!), non lo si può cambiare così su due piedi, ma nel caso di un parcheggio…

Intanto l’acqua di Romolo (gocciola dal colle Palatino) continua ad andare sprecata…

adr2

Categorie:politica Tag:

Primati idioti 02: I parcheggi economici

22 dicembre 2008 Nessun commento

crazyparking

Oltre alle auto blu, abbiamo anche il primato della sosta a poco prezzo, se non prendi la multa.

Infatti, tu Italiano, come funzioni?

Ogni giorno prendi l’auto, parcheggi, forse bene, forse male, forse paghi, forse scade, forse prendi la multa…ci pensi. Ci pensi sempre…alla macchina. Pensi alle cose, quindi non pensi!

Forse dipende dal fatto che non conti quanto ti costa la sosta. La sosta ti costa 4 euro al giorno, 80 euro al mese. Se pò fà, yes we can.

Ma è falso: costa di più.

Ma siamo il paese delle libertà e anche i pischelli possono guidare l’auto che vogliono. No limits!

L’auto è ferma 23 ore al giorno e causa la mancanza di spazio.

Questo problema-parcheggio è gestito malissimo; lo spiega benissimo Vincenzo Borgomeo su La Repubblica.

Prosegui la lettura…

Categorie:politica Tag:

Primati idioti 01: Le auto blu

21 dicembre 2008 Nessun commento

chaiffeur

L’Italia ha conquistato un nuovo record mondiale per il proprio parco di auto blu, che ha raggiunto le 607.918 unità. Lontani secondi gli USA con 75.000, la Francia con 64.000, il Regno Unito con 55.000, la Germania con 53.000, la Turchia con 52.000, la Spagna con 42.000, il Giappone, con 31.000, la Grecia con 30.000 ed il Portogallo con 23.000.

Prosegui la lettura…

Categorie:politica Tag:

Decrescita/crescita auto

17 dicembre 2008 Nessun commento

Dopo Honda che lascia la Formula 1, la Suzuki lascia i Rally.

Ma Honda ha fatto una bella auto a idrogeno – la FCX Clarity e tutti i partigiani delle auto a batteria stanno a criticare (ad es. ecogeek), ma il video lo guardano.

AGGIORNAMENTO

Altro brutto colpo per “i partigiani”: mi dicono che, nel frattempo, la General Motors ha sospeso la costruzione della Volt a batterie.

L’acqua di Romolo

17 dicembre 2008 Nessun commento

adr
Va sprecata…

Categorie:base Tag:

“Povera” Goldman, ma con fiducia

16 dicembre 2008 Nessun commento

Goldman Sachs Group Inc è in perdita per la prima volta da quando si è quotata in borsa nove anni fa. Il crollo dei valori delle azioni, del credito e dell’immobiliare hanno coinvolto il leader di Wall Street che, fino a poco tempo, fa era riuscito ad eludere la crisi.
Le entrate relative all’investment banking, le fusioni, le consulenze e le sottoscrizioni, sono scese del 31%.

La perdita netta ammonta a $2.12 miliardi, $4.97 per azione. Il risultato è peggiore rispetto alla stima media degli analisti che si attendevano una perdita per azione di 3,73 dollari.

Prosegui la lettura…

Categorie:petrolio Tag:

Le origini della bioeconomia

16 dicembre 2008 Nessun commento

Cala il Pil, le auto, le costruzioni….fosse, fosse che sia la temuta/auspicata decrescita?

E’ bene riprendere le cose dall’inizio: era il 1930 (o giù di lì) ed un giovane, brillante economista rumeno disse “no” a Joseph Schumpeter alla proposta di fare la tesi di dottorato con lui e se ne rientrò in Romania a lavorare per il suo paese, interessandosi dei pozzi di petrolio in esaurimento e dell’economia agraria (e molto altro).

Come dice Martinez-Alier: “La storia recente dell’economia ecologica sarebbe stata più facile con Georgescu-Roegen ad Harvard

Eccovi l’Introduzione de Le origini dell’economia ecologica

Prosegui la lettura…

Categorie:bioeconomia Tag:

Din don! Buon natale: – 2 milioni di barili

16 dicembre 2008 Nessun commento

sc

Dec. 15 (Bloomberg) — OPEC should make a “sizable” cut in oil production at this week’s meeting because there are excess global stockpiles, OPEC Secretary-General Abdalla el- Badri said. The group expects Russia to help.

Sizeable = 2 milioni di barili di petrolio al giorno.

Categorie:petrolio Tag: ,

L’intervista di George Monbiot a Fatih Birol (chief-economist IEA)

15 dicembre 2008 Nessun commento

comingstorm

Ecco la video intervista di George Monbiot del Guardian a Faith Bairol capo economista dell’IEA, ovvero

Perché il WEO 2008 non dice che, con un declino dei pozzi al 6,7%/anno (invece del 3,7 del WEO 2007) e con i limiti alle emissioni del protocollo di Kyoto già ampiamente sforati, serve davvero una rivoluzione energetica rinnovabile?

Ne avevamo parlato qui, qui, qui, qui e qui.

Foto | Veronique Soulier

Aggiornamento

VIDEO Presentazione di Fatih Birol al Council on Foreign relations, a proposito del WEO 2008, da The Oil Drum.

Categorie:base Tag: , , ,

I tombini otturati di Roma

11 dicembre 2008 5 commenti

tombino

E’ vero senza menzogna, certo e verissimo. Ciò che è in basso è come ciò che è in alto e ciò che è in alto è come ciò che è in basso per fare i miracoli della cosa una. E poiché tutte le cose sono e provengono da una, per la mediazione di una, così tutte le cose sono nate da questa cosa unica mediante adattamento. Il Sole è suo padre, la Luna è sua madre, il Vento l’ha portata nel suo grembo, la Terra è la sua nutrice. Il padre di tutto, il fine di tutto il mondo è qui. La sua forza o potenza è intera se essa è convertita in terra. Separerai la Terra dal Fuoco, il sottile dallo spesso dolcemente e con grande industria. Sale dalla Terra al Cielo e nuovamente discende in Terra e riceve la forza delle cose superiori e inferiori. Con questo mezzo avrai la gloria di tutto il mondo e per mezzo di ciò l’oscurità fuggirà da te. E’ la forza forte di ogni forza: perché vincerà ogni cosa sottile e penetrerà ogni cosa solida. Così è stato creato il mondo. Da ciò saranno e deriveranno meravigliosi adattamenti, il cui metodo è qui. E’ perciò che sono stato chiamato Ermete Trismegisto, avendo le tre parti della filosofia di tutto il mondo. Ciò che ho detto dell’operazione del Sole è compiuto e terminato. Ermete trismegisto

E’ piovuto molto, ma la capitale non dovrebbe trovarsi paralizzata per causa della pioggia. Non è di destra o di sinistra far sturare i tombini in autunno in previsione degli acquazzoni.

Non è nemmeno questione di criticare l’AMA ed i suoi 6.300 dipendenti, che devono svolgere un gran lavoro, tra immondizia, a terra, sui muri, foglie, bici indecorose parcheggiate in centro (Sic!)…

Pulire Roma, in un mare di traffico, è più difficile, allora tutti a sturare i tombini, a spalare fango, asciugare l’acqua che viene da sotto.

Un’acqua che non irriga e diviene problema. Questo asfalto impermeabile che la porta lontano. Lei così pulisce fumi, carte, terra, tutto quanto trova sul suo cammino. Poi incontra qualcuno: è il doganiere-filtro-discarica, il TOMBINO, ed è incazzato!

Questa acqua, che non entra a terra, è il lato liquido dei rifiuti.

Serve la decrescita dell’asfalto. E riportare le foglie alla terra.

Categorie:acqua Tag: , , ,

Notizie 10 dicembre 2008

10 dicembre 2008 Nessun commento

Il prezzo, il picco e la bolla (del petrolio)

Tra le ragioni per cui ora il picco del petrolio è una realtà (e rimane fondamentale per capire il rischio di una nuova fiammata del prezzo), troviamo da un lato il fatto che il flusso di produzione è effettivamente fermo e, dall’altro, la perduta convenienza di sfruttare i nuovi giacimenti (costosi in soldi e a basso rendimento energetico, EROEI), che inficia la possibilità di aumentare la produzione quando servirà. Vedi anche l’analisi di Seeking alpha post 2010.

Il dilemma algebrico-petrolifero dell’Arabia Saudita.

Copertoni e rifiuti, da Ingambiente

Il rischio-tumore ai polmoni degli autotrasportatori, da GreenCarCongress

Povero albero di Natale in piazza duomo a Milano, di Albertocane

Le domande/risposte essenziali su idrogeno ed auto a fuel cell, di Greg

Categorie:base Tag: