Archivio

Archivio per marzo 2008

Wealth, War and Wisdom

Union Oil 1890

La Union Oil nel 1890. Foto: Origins of business

Barton Biggs ha alcuni consigli per i ricchi: assicuratevi contro guerre e catastrofi acquistando una fattoria in luoghi remoti e facendo il pieno di “sementi, fertilizzanti, conserve alimentari, vino, medicina, abbigliamento, ecc.” Dove ecc. sta per armi: “Qualche sparo sopra le teste dei briganti in arrivo servirà a persuaderli che ci sono fattorie più facili nei dintorni”, scrive nel suo libro Wealth, War and Wisdom.

Biggs non è un ecologista estremo, ma una leggenda di Wall Street: è stato Direttore delle Strategie Globali alla Morgan Stanley fino al 2003 per, in seguito, formare la Traxis Partners, gestore di hedge fund per oltre un miliardo dollari.

Prosegui la lettura…

Il Santa Clara Valley Fuel Cell Bus Experiment

Riportando un documento della VTA, un noto blog evidenzia i risultati fallimetari dell’esperimento con tre autobus a fuel cell tra febbraio 2005 e febbraio 2008: l’autobus a idrogeno costa 32 volte più di un diesel.

L’articolo riporta la differenza dei costi tra la media dei tre autobus a fuel cell e i diesel (vedi grafico), con dettagli su percorrenza, disponibilità, affidabilità e durabilità.

FC_vs_diesel_SantaClara

Costi FC bus vs. Diesel bus

Fortunatamente, nei commenti al post, Wintermane ci ricorda che la tecnologia delle celle a combustibile del 2001 di Ballard era prevista per una durata di 500 ore ed era associata con serbatoi estremamente antiquati. Inoltre la stazione di rifornimento di idrogeno realizzata dalla Air Products andava a idrogeno liquido (che necessita il rilascio di idrogeno gassoso), cosi spiegando lo spreco. La stazione è in leasing (alto costo di affitto) ed era situata lontano dalla strada, aumentando così la diseconomia generale.

Prosegui la lettura…

Categorie:idrogeno Tag:

Idrogeno..perche

blu heart

Hebeveta, vieni, presto, versa sopra di me la tua acqua sacra. Spruzzami, bagnami, irrorami, tramutami in un cespo di fiori.
Canto Pueblo Hopi

I dati

La produzione annua di idrogeno nel mondo, secondo gli ultimi dati disponibili, ammonta a oltre 50 milioni di tonnellate, equivalenti a 170 milioni di tonnellate di petrolio. Il 95% di questo idrogeno viene attualmente prodotto da fonti fossili, principalmente reforming del metano e circa la metà viene usata combinata con l’azoto, per produrre l’ammoniaca dei fertilizzanti industriali.

Prosegui la lettura…

Do the Test

La campagna di Transport for London per la sicurezza ciclistica…

Test your awareness: Do the Test

Grazie Ken!

news 19 marzo 2008 parte 2

news 19 marzo 2008 parte 1

drama

Foto da Fotocommunity

Il test al freddo svedese della mercedes a Fuel Cell Winter Testing Moves Mercedes Closer to Limited Series Production of Fuel Cell B-Class in 2010

Politiche dei trasporti

Avevamo gi parlato del King Report, con una lettura critica (vedi La decrescita nei trasporti, analisi del King report), ora uscita la seconda parte con le Recommendations for Action, a prima vista sembra eccessivamente improntata all’ottimismo, punta sui biofuels e no fornisce dettagli sullo sviluppo tecnologico delle diverse forme di trazione ibrida. Cercheremo di fornire un’analisi critica nei prossimi giorni. Nel frattempo, ecco il report integrale.

Prosegui la lettura…

Categorie:base Tag:

Quanti posti di lavoro con 1.000.000.000 di $

Secondo uno studio dell’Università del Massachusetts (pag.16) investire nei trasporti pubblici ha una ricaduta sull’impiego maggiore che negli altri settori di spesa pubblica.
Vediamo allora queste statistiche verdi:

Quanti posti di lavoro vengono creati con 1 miliardo di dollari?

8,555 se spesi per la difesa
10,779 se spesi per la sanità
17,687 se spesi per l’educazione
19,795 se spesi per i trasporti pubblici

Si tratta certamente di dati aggregati insufficienti a motivare per sé una politica di trasporto pubblico, tuttavia, visto quanto poco lavoro creano armi acciaio e malattie sarebbe bene riflettere subito sul come impegnarsi a posare queste benedette rotaie.

Via Treehugger

Aggiornamento

Altri dati sulla creazione di posti di lavoro dal trasporto pubblico si trovano in un report dell’UITP, che cita il lavoro dell’American Public Transportation Association: ogni 10 milioni di $ si creano 300 posti di lavoro, con 30 Milioni di indotto; Tickets to the Future: 3 stops to Sustainable Mobility (vedi a pag. 36)

Salpa dall’Islanda la prima nave turistica a idrogeno

14 marzo 2008 1 commento

Magica e soprattutto silenziosa. Sarà così l’esperienza per quei turisti che in primavera decideranno di viaggiare in Islanda a bordo di Elding (letteralmente, “raggio”) per osservare le balene e il loro habitat. La nave turistica è la prima al mondo a installare un motore con l’idrogeno come carburante.

Prosegui la lettura…

Categorie:idrogeno Tag:

VivaVisco

12 marzo 2008 1 commento

Un uomo che si è impossessato, apprendendole, le leve della politica fiscale e tributaria del paese, per metterle al servizio dell’equità.

Dalle strutture amministrative del MEF, alla Guardia di Finanza, al funzionamento dell’Agenzia delle Entrate, passando per lo sfruttamento delle banche dati nazionali ed internazionali, al fine di stimare l’effettiva ricchezza degli Italiani.

Quanti miliardi evasi? 23 nel 2007.

Quest’uomo ha operato la più profonda riforma morale del Paese. Un Di Pietro dell’Esecutivo. Che oggi, nessuno osa candidare…Vergogna!

Passato il 13 aprile, l’aggiornamento sarà comunque compiuto e, come le liberalizzazioni di Bersani, irreversibilmente.

Vincenzo Visco deve sapere di avere l’ammirazione mia e, ne sono certo, di molti Italiani. Il suo operato è stato disinteressato e lungimirante. Credo debba saperlo ora.

G

Categorie:politica Tag:

Notizie 12 marzo 2008

Categorie:base Tag:

La Mappa della Pioggia

Il Giappone ha realizzato un servizio meteo su scala globale: La Global Rainfall Map in Near Real Time. E’ quasi in tempo reale essendo aggiornata ogni ora.

Categorie:base Tag:

Breve storia di Petroconsultants

Frequentando questo sito si cerca di rimanere aggiornati su alcuni argomenti “scomodi”, quali il picco del petrolio. E’ di particolare interesse la pubblicazione sul sito di ASPO di un breve testo, The first ever oil database, the history of Petroconsultants, che racconta la storia della società Petroconsultants di Ginevra.

Prosegui la lettura…

Toyota crede all’idrogeno (e smentisce il WSJ)

Smentendo il Wall Street Journal, che aveva associato le dichiarazioni di Bob Lutz (AD GM) a Watanabe (AD Toyota) il responsabile della comunicazione della casa giapponese, Irv Miller, ha dichiarato che Toyota, a differenza di General Motors, convinta della bont a lavorare per riuscire a realizzare automobili ad idrogeno con la tecnologia delle celle a combustibile.

Toyota is still committed to the technology and has demonstrated the functionality…efforts now are focused on cost reduction…

hydrogen fuel cells will play a major role in our sustainable mobility strategy

Categorie:idrogeno Tag:

L’inutilità dell’ora legale 02

Quasi un anno fa, avevamo già parlato di come spostare in avanti le lancette non serva a ridurre in consumi di elettricità. Ora lo studio scientifico:

Does Daylight Saving Time Save Energy? Evidence from a Natural Experiment in Indiana, di Matthew J. Kotchen e Laura E. Grant.

time-travel-by-nocturnalfate-photobucket1

Foto | Astronaut
Sintesi articolo
La storia dell’ora legale è lunga e controversa, risalendo alla prima guerra mondiale. Esiste, ad oggi, pochissima evidenza scientifica della sua efficacia. L’articolo prende spunto da un esperimento condotto dello stato dell’Indiana per stimare empiricamente gli effetti sui consumi elettrici negli Stati Uniti. Il primo studio dagli anni ’70.
Gli autori, Matthew J. Kotchen e Laura E. Grant si sono concentrati sulla domanda del settore residenziale usando, per la prima volta, dei micro-dati delle famiglie. Il dataset consiste di oltre 7 milioni di osservazioni sulle bollette mensili di quasi tutti i residenti del sud Indiana durante tre anni.
Tra i risultati principali, troviamo che l’ora legale, contrariamente agli obiettivi, aumenta la domanda di elettricità residenziale (le stime variano dall’1 a 4%). Appare anche che l’effetto non è costante lungo il periodo: in primavera vi sono dei risparmi, in seguito l’effetto diminuisce cambia di segno e sembra causare i maggiori aumenti durante la fine.
Questi risultati appaiono coerenti con le simulazioni condotte che individuano un punto di tradeoff tra la riduzione di domanda per l’illuminazione e l’aumento di domanda per riscaldamento ed aria condizionata.
Basandosi sulle date dell’ora legale prima dell’allungamento del 2007, gli autori stimano un aggravio della bolletta elettrica per le famiglie dell’Indiana di 8,6 milioni di dollari l’anno e di costi sociali dovuti all’aumento dell’inquinamento da 1,6 a 5,3 milioni di dollari l’anno.
Vedi anche: Of Canon Fire and Daylight Savings Time di Maura J. Casey sul New York Times.
Aggiornamento
Blogeko ha pubblicato un post in cui si cita uno studio dell’Università della California che prova come l’ora legale non serva a risparmiare energia.
Aggiornamento 2
Terna afferma invece che si possono risparmiare 84 milioni di €:

Ora legale: in 7 mesi risparmi per 84 milioni di euro Spostando le lancette degli orologi un’ora in avanti, con più luce disponibile si prevede, durante i prossimi 7 mesi, un risparmio complessivo dei consumi di energia elettrica pari a 646,2 milioni di chilowattora (645,2 milioni di kWh il minor consumo del 2007). Dal punto di vista economico, considerando che un chilowattora costa in media al cliente finale 13 centesimi di euro al netto delle imposte, la stima del risparmio relativo all’ora legale per il 2008 è di 84 milioni di euro, sostanzialmente in linea con quanto l’Italia ha risparmiato lo scorso anno. Con l’ora legale, dal 2004 al 2007, il Belpaese ha evitato il consumo di oltre 2,5 miliardi di chilowattora corrispondenti a circa 300 milioni di euro. E’ quanto ha rilevato Terna, la società responsabile in Italia della gestione dei flussi di energia elettrica sulla rete ad alta tensione, in occasione del passaggio all’ora legale. L’ora solare verrà ripristinata il 26 ottobre 2008. Aprile campione del risparmio energetico: ammonta infatti a oltre 169 milioni di chilowattora (pari al 26,2% del totale) il minor consumo di energia elettrica stimato per questo mese (in autunno il primato va invece al mese di Ottobre con circa 200 milioni di chilowattora risparmiati). Ciò è dovuto al fatto che Aprile ha giornate più corte in termini di luce naturale, rispetto ai mesi dell’intero periodo. Spostando in avanti le lancette di un’ora, quindi, si ritarda l’utilizzo della luce artificiale in un momento in cui le attività lavorative sono ancora in pieno funzionamento. Nei mesi estivi da giugno ad agosto, invece, poichè le giornate sono già di per sé lunghe, l’effetto “ritardo” nell’accensione delle lampadine si colloca nelle ore serali, quando le attività lavorative sono per lo più terminate, ed è perciò meno marcato in termini di risparmio di elettricità.

da E-gazette

Categorie:base Tag:

Una raccolta di articoli da Repec

Categorie:base Tag: