Archivio

Archivio per aprile 2007

Il secolo delle radici

26 aprile 2007 Nessun commento

Oil_Ambassador

Originale in Inglese.

di a.m. Samsam Bakhtiari
(Aprile 2007)

Il ventunesimo secolo è ancora giovane, rimanendo ancora novantatrè anni. Potrebbe quindi sembrare pretenzioso affermare che l’evento del secolo è già passato. Ma sarà felice di assumermene la responsabilità; poiché credo fermamente che il picco della produzione globale di petrolio greggio – comunemente denominato Peak Oil – sia già avvenuto nel 2006 [1] e sarà “L’evento” destinato a dominare la storia del ventunesimo secolo: uno dei quei “Storici Punti di Flessione” [2] che cambiano bruscamente le basi” nel corso della storia del mondo. Non posso prevedere nessun altro “evento” che possa offuscare il Picco del Petrolio. Persino le guerre mondiali che potrebbero scatenarsi in seguito al picco, alimentate dalla penuria generalizzata di risorse. Naturalmente, a meno che l’umanità non decida un suicidio collettivo con l’uso massiccio delle armi di distruzione di massa; ma un tale “evento” significherebbe scrivere la parola “fine” per la maggior parte, se non tutto, il genere umano.

Prosegui la lettura…

Cicli vitali 07 – Le automobili

26 aprile 2007 Nessun commento

auto

Foto da Fotocommunity

L’originale da l’Etat de la Planète

Visione d’insieme

Nel mondo si contano 551 milioni di automobili nel 2004 e 44 milioni di nuove automobili vengono acquistate ogni anno. Gli Stati Uniti, inventori della cultura dell’automobile, ne hanno un quarto ma tra qualche anno, la Cina raggiungerà un altro quarto. Ci sono più automobili che patenti di guida negli Stati Uniti. Ma non tutti soccombono all’automobile: dove le distanze sono brevi e/o dove ci sono buoni trasporti pubblici, alcuni fanno resistenza. Circa un terzo delle famiglie in Danimarca, ad esempio, fa a meno dell’auto. A New York, solo il 25 per cento degli abitanti possiede una patente di guida.

Prosegui la lettura…

Categorie:auto Tag: ,

Passaggio a Firenze

24 aprile 2007 Nessun commento

Ponte

Foto da Fotocommunity

Perché ora democratici

Il significato dello scioglimento dei Democratici di Sinistra non è evidente e per molti l’operazione é inaccettabile. I comprensibili rimpianti, derivanti dalla lunga tradizione che caratterizza il movimento erede del Partito Comunista Italiano fondato nel 1921 da Antonio Gramsci, devono essere “sciolti” con argomenti che aiutino ad inquadrare la fase attuale, gettando una luce sul ruolo che necessariamente un partito deve avere nella gestione (vedi governo) del futuro.

Prosegui la lettura…

Usala meno, comprala meglio (l’auto)

18 aprile 2007 Nessun commento

desertmirror
Foto da Fotocommunity

Nel regno dei ciechi l’orbo è il re
Proverbio Greco

Legambiente ha presentato lo studio sulla sostenibilità delle auto in vendita in Italia; 500 modelli, tra auto Euro 4 e furgoni sono analizzati secondo 18 parametri, come il consumo di carburante, la rumorosità, le emissioni di gas serra (CO2) e gli inquinanti locali.

Prosegui la lettura…

Il mercato mondiale di biciclette

17 aprile 2007 Nessun commento

VenditeBici

Immagine: Worldwatch

30 raggi convergono sul mozzo ma la distanza tra i due è l’essenza della ruota

Lao Tse

Libera traduzione da Vital signs 2006-2007, The Worldwatch Institute.

La produzione mondiale di biciclette è aumentata del 9% nel 2003, arrivando a circa 101 milioni di unità (il 2003 è l’ultimo anno con dati globali disponibili). E’ il secondo anno consecutivo di incremento della produzione. La parte della Cina nella produzione globale, intorno al 40 % negli anni 90, è ulteriormente aumentata dal 2000, raggiungendo una quota prossima al 60%. La produzione di 58 milioni di bici cinesi è quasi cinque volte superiore a quella del secondo paese produttore, l’India, con 12 milioni di bici costruite nel 2003. Gli aumenti cinesi si riflettono nel declino decennale della produzione di Taiwan, Giappone, Stati Uniti, Germania e Francia.

Prosegui la lettura…

Categorie:bici Tag:

Queen saves the Planet! Smart Meters per tutti

17 aprile 2007 Nessun commento

Contatore

Il governo del Regno Unito ha deciso che la gente dovrebbe conoscere quanta energia sta usando in tempo reale e, più in dettaglio cosa consuma quanto. Per realizzare tale presa di coscienza, ogni famiglia inglese che ne faccia richiesta, otterrà gratis un contatore “smart meter“.

Prosegui la lettura…

Cicli vitali 06 – Le scarpe da ginnastica

16 aprile 2007 Nessun commento

scarpe

Foto: David Bebber (*)

Quando non sai più dove andare, guarda da dove vieni
Proverbio africano

Prosegue la rassegna dei cicli vitali da l’Etat de la Planète.

Le scarpe da ginnastica sono il simbolo dell’economia consumistica mondiale. Sono fabbricate nei paesi poveri e, quasi sempre, vendute ai ricchi. Rappresentano l’icona della velocità e del successo. Quasi l’80% delle scarpe da ginnastica vendute dalla Nike, la prima azienda del settore, con vendite che ammontano a 9 miliardi l’anno, non vengono usate per attività sportive.

La maggior parte delle scarpe da ginnastica dopo qualche mese sono considerate da buttare, poiché la suola in EVA risulta schiacciata e priva dello spessore iniziale. Anche se il resto della scarpa è in buono stato verrà comunque gettata. Un nuovo modello Nike, la Mayfly (costo 45 US$) è concepita per durare fino a 100 km, che vengono percorsi in 5-7 ore di cammino.

Prosegui la lettura…

Gapminder o la 4 dimensione..

16 aprile 2007 Nessun commento

gapminder

Dopo Skype, Critical Map e DC++ ecco un’altra splendida applicazione del web, sul web.

Google ha riacquistato da Trendalyzer di Stoccolma Gapminder un modo per visualizzare, 3 indicatori statistici contemporaneamente: due sugli assi ed uno grafico (sferico), nel tempo.

Il risultato è una animazione nuova di estrema sintesi e bellezza.

Provare per credere.

Il default è “Speranza di vita” in verticale, “Reddito pro capite” in ascissa, con la popolazione come l’indicatore grafico;

Vi propongo di cambiare l’indicatore grafico (la grandezza del cerchio in basso a destra) con “CO2 per capita”. Come qui.
Guardate anche Breethingearth.

Trovato su EcoGeek.

Categorie:technos Tag: , ,

Il volo inaugurale del primo aereo a celle a combustibile

16 aprile 2007 Nessun commento

HyFish

Il tempo mette tutto in luce.
Talete

Avevamo parlato del progetto Boeing nella rassegna stampa di marzo, ma il week end scorso un aereo senza equipaggio a cella a combustibile alimentato a idrogeno ha fatto le storia, decollando nel cielo di Berna in Svizzera.

Prosegui la lettura…

Cifre d’acqua

12 aprile 2007 1 commento

watertower

Avevamo parlato dell’acqua in bottiglia. Ecco alcuni dati tratti da l’Etat de la Planète riguardo lo sfruttamento delle risorse idriche.

  • Percentuale di acqua dolce sul pianeta rispetto al totale : 2.5%
  • Percentuale di acqua dolce congelata nei ghiacciai e nelle calotte polari: 70%
  • Percentuale di acqua dolce disponibile per gli uomini : < 1%

Prosegui la lettura…

Categorie:acqua Tag: ,

Cicli Vitali 05 – La Moneta

11 aprile 2007 Nessun commento

statero

Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre
Mahatma Gandhi

Da l’Etat de la Planète Nov-Dic 2006

Il commercio è una pratica antica e, per un lungo periodo, è dipeso dal baratto. Verso il 9000 a.C. i vantaggi di un mezzo di scambio comunemente accettato sono apparsi e il bestiame è divenuto “moneta” di scambio. Altre forme sono state conchiglie rare, denti di balena o il sale. E’ solo verso la metà del VII secolo a.C. che in Lidia (Asia Minore) viene battuta la prima moneta scolpendo dei dischi di elettro (una lega naturale di oro ed argento).

La moneta cartacea viene inventata in Cina all’inizio del IX secolo dopo Cristo. Contrariamente alle monete di metallo nobile, che hanno un valore intrinseco, la carta moneta costituisce un’innovazione importante, poiché implica che un mero pezzo di carta rappresenti una “promessa di pagamento” garantita dai commerci di beni reali. Questa innovazione ha permesso la creazione delle banche moderne nell’Italia Medievale (vedi).
Oggi, nel mondo esistono 172 monete diverse, l’euro è una delle più recenti, utilizzata da 300 milioni di persone in 13 paesi.

Prosegui la lettura…

Il costo del salvataggio del pianeta

11 aprile 2007 1 commento

thunderstorm

Un passo verso il meno è un passo verso il meglio
Nicolas Bouvier

Sintetizzando all’estremo, pubblichiamo il Budget necessario per salvare la terra, adattato da Restoring the Earth, di Lester Brown (parte 2 del PIANO B).

Prosegui la lettura…

L’energia dei settori manufatturieri negli USA

11 aprile 2007 Nessun commento

Epa

Segnalo l’uscita del rapporto dell’Environmental Protection Agency (EPA) americana sulle intensità energetiche dei diversi settori industriali. Il rapporto cerca di stimare sia i consumi di energia dei diversi settori che le emissioni associate e va oltre, valutando le opportunità tecniche, legislative, finanziarie ed istituzionali per migliorare il bilancio di emissioni di ogni filiera.

Prosegui la lettura…

500

Minimizzare la superficie della lamiera allo scopo di ridurre il peso e il costo.
D. Giacosa

Grande battage mediatico per la nuova 500. Ma cosa cambia? Ecco una scheda.
500V 500N

scheda500

La nuova è più lunga, larga, alta, pesante e potente.

Viene da chiedersi il perché di una tale cilindrata e di una velocità massima di molto superiore ai limiti consentiti anche in autostrada. L’innovazione degli interni, delle linee, certo..ma per VENDERE si fa leva sui soliti valori velocità, aggressività ecc.

Non è un caso che quindi che i consumi non si conoscano ancora. Sappiamo per certo che la vecchia faceva 100 km con 4,5 litri.

Infine, non c’era bisogno di aria condizionata grazie al tetto apribile ed ai deflettori..

Note

Per l’attualizzazione del prezzo del 1957 vedi, inoltre l’Istat ha un volume su Il Valore della moneta in Italia dal 1861 al 2005. I dati sulla vecchia 500 da Wikipedia.

Aggiornamento

La 500 Abarth da 150 cavalli, da AutoBlogGreen

Categorie:auto Tag: , , ,

Cicli Vitali 04 – I pneumatici

pneu

Foto: Jonathan Drake/REUTERS  2002

C’è poca scelta tra le mele marce
William Shakespeare

Da l’Etat de la planète.

Oltre mezzo miliardo di auto girano sulle strade del pianeta, per farle muovere servono 1,1 miliardi di pneumatici nuovi ogni anno. Ogni pneumatico è un elemento sofisticato della tecnologia dei trasporti, lontano anni-luce dal suo antenato in pelle, il pneumatico ad aria, inventato dall’inglese Robert Thomson nel 1845. Questo modello è scomparso ma c’è un vicino parente sopravvissuto che troviamo nei pneumatici da bicicletta in caucciù, inventati poco più tardi da John Boyd Dunlop, un veterinario irlandese.

Il pneumatico inventato da Dunlop, fu adattato all’uso da auto, poi divenuto il pneumatico radiale con anima in acciaio. Dal punto di vista del ciclo di vita, mettere in produzione un pneumatico comporta la sua eliminazione poiché i 6 millimetri del battistrada si consumeranno…

Prosegui la lettura…